Eventi

25 novembre: Stop violence against women

Nel 1999 l’Assemblea Generale dell’ONU ha istituito il 25 novembre come la Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, in ricordo di un crudele assassinio che, nella Repubblica Dominicana, colpì tre sorelle in quel giorno di 54 anni fa. Un passo indietro: Patria, Minerva e Maria Teresa Mirabal si opposero infatti al brutale ambiente politico e sociale causato dal dittatore Trujillo a partire dal 1930, creando un gruppo politico clandestino e rivendicando la libertà e il rispetto dei diritti delle donne dominicane; le tre donne, i loro mariti e altri membri del gruppo furono poi scoperti e imprigionati. Una volta libere, le sorelle Mirabal furono intercettate dalla polizia segreta di Trujillo il 25 novembre 1960, mentre si recavano in prigione per far visita ai loro mariti: dopo essere state torturate, furono uccise simulando una morte accidentale. L’ONU ha così invitato governi e organizzazioni di tutto il mondo a organizzare attività volte a sensibilizzare l’opinione pubblica proprio il 25 novembre.

L’associazione Turismo Creativo già ideatrice e produttrice del Festival Memorie Urbane (di cui abbiamo parlato più volte) nel territorio del basso Lazio, ha così aderito all’invito dell’ONU e nel 2012 ha dato vita al progetto 25 NOVEMBRE. Stop violence against woman, per sensibilizzare alla violenza sulle donne attraverso la street art.

Alice Pasquini, Terracina, 2012
Alice Pasquini, Terracina, 2012

Nella prima edizione l’italiana Alice Pasquini è stata protagonista di un intervento nella città di Terracina, dove ha dipinto una decina di cabine dell’energia elettrica con i suoi caratteristici personaggi femminili e il tag 25 novembre.

Hyuro, Formia, 2013. Foto Flavia Fiengo
Hyuro, Formia, 2013. Foto Flavia Fiengo

 

Nel 2013 è stata ripetuta l’esperienza invitando Hyuro, street artist molto sensibile al tema della donna, nata in Argentina (oggi vive in Spagna), che ha realizzato un muro in ciascuna delle città coinvolte, Formia e Terracina.

Frederico Draw, Arce, 2014
Frederico Draw, Arce, 2014. Foto Dante Corsetti

Quest’anno, per la terza edizione del progetto, il curatore Davide Rossillo ha invitato il portoghese Frederico Draw, del quale sono stati programmati cinque interventi tra il 17 e il 28 Novembre nelle città che hanno aderito al progetto: Arce, Fondi, Gaeta, Terracina e Caserta. Lo street artist, scelto “per la forza realistica degli sguardi e per la forte espressività”, sta realizzando sguardi e volti femminili in cinque luoghi di passaggio delle città partecipanti, anche questa volta con il tag 25 novembre. Sulla piattaforma Street Art Place sarà possibile contribuire al progetto acquistando una serigrafia in edizione limitata e firmata dall’artista.

Frederico Draw, Fondi, 2014
Frederico Draw, Fondi, 2014. Foto Arianna Barone

Valentina Tovaglia

Related posts

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy | Chiudi