Cinema

Asolo Art Film Festival. Punto a capo.

Asolo Art Film Festival: dal 14 al 17 settembre quattro giornate dedicate alla cinematografia d’arte e ai quarant’anni che il festival compirà con l’edizione del 2018.

Punto a capo il titolo del cartellone di quest’anno: il punto è sulla lunga storia del festival di Asolo una tra le più prestigiose rassegne italiane di film sull’Arte, Biografie d’Artista, Architettura, Design e Territorio, su Videoarte e Animazione.

 

Asolo Art Film Festival 2017
Locandina Asolo Art Film Festival 2017

Mostre, proiezioni, workshop e incontri per fare il punto sulla storia di Asolo Art Film Festival e rilanciarne la sfida. Nuova la sede: il Chiostro dei SS. Pietro e Paolo dove già è allestito l’importante archivio filmico dell’Art Film.

Il focus di quest’edizione è su Ingrid Bergman per ricordare il primo Premio Eleonora Duse attribuito proprio all’attrice nell’edizione del 1977 del festival. Due le mostre a lei dedicate che inaugureranno giovedì 14 settembre (ore 17 e 15) nel chiostro: 40 anni Ingrid in cui scatti inediti ritraggono l’attrice durante il suo soggiorno asolano. Le immagini saranno accompagnate dai ricordi di Luciana Boccardi, autrice del volume Con Ingrid tra le colline viola (Supernova, 2015). Ingrid e la moda, mette invece in mostra le interpretazioni dello stile dell’attrice da parte di stilisti contemporanei. Sempre giovedì 14 settembre alle ore 16 e nella stessa sede il vernissage della mostra di architettura dedicata al rapporto tra creatività e natura.

brics-brasile-andrea-di-nardo-arrakis-premio-fica-2009-frame
BRICS BRASILE Andrea di Nardo, Arrakis, Premio FICA 2009, frame

Sempre alla chiesetta di San Giovanni e Paolo avranno luogo le proiezioni dei due film Be Right Back, il primo documentario su e con Maurizio Cattelan, venerdì 15 settembre alle ore 21.00, e lo storico docu-film Pink Floyd: Live at Pompei, alla presenza del regista Adrian Maben in programma il 16 settembre alle ore 21.00 .

Assolutamente da seguire i Brics Art: finestre sul mondo, vere e proprie full-immersion nella cinematografia dei paesi emergenti. Si comincia giovedì 14 con i film dal Brasile, vincitori del Festival Internazionale del Cinema Ambientale di Goias. Nella sezione Brics è presente anche la Russia (venerdì 15): grazie alla collaborazione del Centro dei Festival cinematografici e programmi internazionali della Federazione Russa, andrà in scena una rassegna dedicata alla cinematografia locale alla quale sarà presente Tatiana Shumova, direttrice dei programmi internazionali della Federazione Russa.

BRICS RUSSIA Serafima, di Serghei Antonov, frame
BRICS RUSSIA Serafima, di Serghei Antonov, frame

L’Africa è presente (domenica 17 settembre ore 16.00) con una selezione di film che mettono in scena le tante contraddizioni del continente: storie di soprusi, violenza, e profonda speranza. La storica dell’arte Yunnia Yang presenterà sempre nella sezione Brics una rassegna di new media art, per capire la cybernetica cultura di Taiwan (sabato 16 settembre ore 14 e 40).

BRICS TAIWAN, Double, Huang Zan-Lun, frame
BRICS TAIWAN, Double, Huang Zan-Lun, frame

In programma anche riflessioni e tavole rotonde, sempre al chiostro di San Giovanni e Paolo, per pensare il futuro del festival alla luce delle nuove tecnologie: una line-up di speaker internazionali si danno appuntamento ad Asolo Art Film Festival per capire come tecnologie digitali e nuovi media rimodulino la contemporanea percezione dell’arte e del reale.

Tra gli incontri ad esempio quello di venerdì 15 settembre dove Bettina Ehrhardt, Giulia Lavarone, Lisandro Nogueira, Fabrizio Panozzo, Alessandro Romanini, Tatiana Shumova, Marco Tonon, Luciano Zaccaria, Andrea Franchin intervengono alle ore 15.00 in una tavola rotonda aperta al pubblico per ripercorrere la storia di Asolo Art Film Festival e tracciarne le rotte future.

VIVOVIDEO Alessandro Amaducci, I Am Your Database
VIVOVIDEO Alessandro Amaducci, I Am Your Database

Alle 19:00 sempre di venerdì, Alessandro Tomei e Luca Mazzieri curatori della mostra multimediale Magister Giotto, parlano de Il ruolo delle mostre multimediali per la promozione di una nuova cultura visiva.

Da giovedì 14 a domenica 17 per la sezione Proiezioni festival History, ci saranno proiezioni a ciclo continuo di alcuni tra i più suggestivi lavori che negli anni hanno partecipato ad Asolo Art Film Festival.

FESTIVAL HISTORY, Parole liquide, di Francesca Guiotto, Italia 2012, frame
FESTIVAL HISTORY, Parole liquide, di Francesca Guiotto, Italia 2012, frame

Sabato e domenica infine si potranno vedere le installazioni multimediali e immersive di Alessandro Amaducci, Selene Citron e Luca Lunardi, Igor Imhoff, Eleonora Manca, Raffaella Rivi e Filippo Scaboro.

Simone Azzoni

Asolo Art Film Festival
14 – 17 settembre 2017
Collegio SS. Pietro e Paolo
via Collegio 31011 Asolo (TV)
Programma completo

Credit foto a cura dell’ufficio stampa del Festival.

Related posts

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy | Chiudi