Cover Story

Cover Story. Skunk Anansie + No Curves

Per Anarchytecture, il loro nuovo album di inediti, gli Skunk Anansie hanno optato per un classico: la copertina-ritratto dei membri della band, amatissima dai quartetti. Con due belle sorprese: la prima è che l’artista ingaggiato, No Curves, è italiano; la seconda è proprio il ritratto, bell’esempio dell’ultima trovata del paese dei creativi, la tape-art, l’arte del nastro adesivo.

Cover di "Anarchytecture" (2016) degli Skunk Anansie, realizzata da No Curves
Cover di “Anarchytecture” (2016) degli Skunk Anansie, realizzata da No Curves

I volti di Cass, Skin, Ace e Mark sono infatti realizzati con pezzi di nastro colorato, ritagliato a colpi di forbice e taglierino e ricomposti a mo’ di collage sopra un pannello di plexiglass trasparente, che conferisce alla composizione un effetto tridimensionale (nel video qua sotto il making of). Il risultato è una versione a tinte pop del monumento del Monte Rushmore, coi volti dei quattro musicisti guancia a guancia come quelli dei Presidenti USA, che richiama molto le grafiche di moda negli anni Ottanta, alle cui sonorità rimandano anche le nuove canzoni.

Ovviamente, non troverete una linea curva manco a pagarla oro. Il motto di No Curves, il cui nome di battaglia già dice tutto, è: “We believe in angles and straight lines”. Grazie alla tecnica innovativa e alla sua straordinaria abilità, il nostro, la cui identità rimane (per ora) nell’ombra, si è in breve conquistato un suo spazio nel panorama internazionale ed è stato arruolato da nomi importanti come Vogue, Nike, Adidas e Rolling Stone per realizzare performance e campagne pubblicitarie. L’anno scorso ha persino creato una decorazione ad hoc per la fusoliera del sottomarino Toti, attrazione di punta del Museo della Scienza e Tecnologia Leonardo da Vinci di Milano, che gli ha commissionato una serie di ritratti di uomini e donne di scienza per la mostra Exp(l)loration.

No Curves, Amelia Earhart, 2015 (dalla mostra Exp(l)oration, 2015, Milano, Museo della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci)
No Curves, Amelia Earhart, 2015 (dalla mostra Exp(l)oration, 2015, Milano, Museo della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci)

Il prossimo 17 febbraio gli Skunk Anansie suoneranno all’Alcatraz di Milano, già sold out, ma torneranno a luglio per altre tre date a Pistoia, Roma e Piazzola sul Brenta. Per chi volesse cimentarsi nella tape-art, invece, ecco i link alle pagine di PPM Industries, che ha fornito i nastri adesivi per la cover, e di tesa, sponsor ufficiale di No Curves.

Stefano Ferrari

Related posts