Eventi

Cracking Art: Regeneration a Milano

Cracking Art Group non ha bisogno di lunghe presentazioni, nemmeno a livello internazionale: nato nel 1993, è attualmente composto da Renzo Nucara, Marco Veronese, Carlo Rizzetti, Alex Angi, Kicco e William Sweetlove.

Il gruppo nel corso degli anni non ha che rafforzato l’idea che l’ha guidato da sempre: un forte impegno sociale e ambientale, portato avanti attraverso la scelta di utilizzare materiali plastici atossici riciclati. Più che riciclati, “rigenerati”: il termine Regeneration è infatti il più gettonato nelle scenografiche installazioni firmate Cracking Art Group in Italia e nel resto del mondo, da New York a Sidney, da Parigi a Lugano, da Riga a Istanbul, solo per citare alcune città.

Cracking Art Group, Duomo, Milano, 2012
Cracking Art Group, Duomo, Milano, 2012 © Cracking Art Group

Strade, piazze, parchi, palazzi, castelli, aeroporti, aziende e centri commerciali sono soltanto alcuni dei luoghi che hanno accolto e stanno accogliendo gli animali realizzati da Cracking Art Group: chiocciole, rane, rondini, pinguini, tartarughe, rondini, conigli, delfini, suricati, coccodrilli e non solo, tutti colorati e soprattutto di grandi dimensioni, e alla cui presenza non è mai difficile abituarsi, come se fossero sempre stati lì, integrati agli spazi che anche noi invadiamo ogni giorno.

Concentriamoci ora su Milano, in questi mesi più che mai al centro dell’attenzione mondiale: è ancora storia recente la mostra Regeneration Regione Lombardia, dove, tra febbraio e marzo – anticipando di alcune settimane l’apertura dell’Esposizione Universale – chiocciole, rondini, suricati e lupi hanno trasformato in uno zoo urbano Piazza Città di Lombardia e alcuni livelli del palazzo che ospita gli uffici regionali.

Cracking Art Group, Palazzo Lombardia, Milano
Cracking Art Group, Palazzo Lombardia, Milano © Cracking Art Group

Non ci fermiamo qui: il 26 aprile scorso, ad accompagnare l’inaugurazione della Nuova Darsena, la riqualificata Piazza XXIV Maggio, convertita ad area pedonale, è stata invasa da grandi chiocciole.

Cracking Art Group, Nuova Darsena, Milano
Cracking Art Group, Nuova Darsena, Milano, 2015 © Cracking Art Group

Dal 19 maggio, inoltre, una schiera di lupi gialli – e luminosi, grazie a luci a led alimentate da pannelli solari – sono stati collocati, “a guardia dell’Expo” e del suo messaggio di nutrizione del pianeta, in cima ai caselli daziari di Porta Venezia, sede dell’Associazione Panificatori dell’Unione del Commercio. I lupi che compongono l’installazione The Food Guardians vogliono infatti rappresentare una presenza che custodisce e protegge l’alimento base dei popoli e la qualità della tradizione.

Cracking Art Group, Porta Venezia, Milano, 2015
Cracking Art Group, Porta Venezia, Milano, 2015 © Cracking Art Group

Questa installazione è ancora una volta proposta nel quadro delle performance rigenerative del ciclo Arte che rigenera l’arte, avviato a Milano con le chiocciole sul Duomo nel 2012 (Regeneration Duomo Milano) e proseguito con le rane nei Navigli nel 2013 (Piena di Rane) e le rondini nei cortili del Castello Sforzesco nel 2014 (Nido di Rondini). Ogni evento è infatti accompagnato da una raccolta di fondi, attraverso la cessione di multipli di sculture Cracking Art a favore della rigenerazione di un’opera o di un monumento milanese.

Cracking Art Group, Navigli, Milano
Cracking Art Group, Navigli, Milano, 2013 © Cracking Art Group
Cracking Art Group, Castello Sforzesco, Milano, 2014
Cracking Art Group, Castello Sforzesco, Milano, 2014 © Cracking Art Group

La stessa mission guiderà anche il prossimo evento di Cracking Art Group in calendario a Milano, in programma presso lo spazio Orea Malià in Via Marghera: qui, dal 3 giugno al 31 ottobre, per tutta la durata dell’Esposizione Universale, gli stessi animali saranno accompagnati da filari di frutta e ortaggi, sempre in plastica atossica rigenerabile, realizzando l’installazione complessiva Fruttelli d’Italia.

#vapensiero
#vapensieroallepere © Cracking Art Group

Contestualmente è organizzata, anche in questa occasione, l’iniziativa di raccolta fondi, che sarà a favore del restauro e del mantenimento delle strutture della non lontana Casa Verdi, casa di riposo per musicisti situata in Piazza Buonarroti a Milano, che ha da poco presentato al pubblico gli orti di Giuseppe Verdi. In cambio di un piccolo contributo, ci si potrà aggiudicarse un’opera/frutto a scelta tra: #bananatraviata, #vapensieroallepere, #melamelodica, #melonedramma, #asparigoletto.

Valentina Tovaglia

 

Related posts