Dall'archivio D'ARS

Dall’archivio di D’ARS, Reperto arteologico #1: Yayoi Kusama, 1966

KUSAMA-65

D’ARS esce ininterrottamente dal 1960: “farsi un giro” nell’archivio della rivista cartacea è un viaggio straordinario nel cuore pulsante del mondo dell’arte e della cultura degli ultimi decenni del ‘900, soprattutto nel fermento che ispirava e animava gli anni ’60. Per questo invitiamo i lettori a salire sulla nostra macchina del tempo e scovare con noi avvincenti reperti “arteologici” come questo, scritto per la sezione Autografi  da Yayoi Kusama, in occasione della sua mostra alla galleria Naviglio 2 di Milano, dal 26 gennaio al 9 febbraio 1966.

Pagina 82 di D'ARS, testo di Yayoi Kusama.

Pagina 82 di D’ARS n.5 del 1966, testo di Yayoi Kusama. Immagine: Yayoi Kusama, “Infinity Mirror room” ottobre 1965, New York (mostra alla Castellane Gallery)

La mia “scultura di aggregazione” (Aggregation Sculpture) è lo sviluppo logico di tutto ciò che ho fatto da quando ero piccola. Sorge da un’imperiosa costruzione intima a realizzare in forme visibili un’immagine che si ripete in me stessa. Quando questa immagine si libera, non ha più limiti di spazio e di tempo. (…)

Yayoi Kusama
in D’ARS, n.5, anno VI
Pagina 82, rubrica AUTOGRAFI
20.XII.1965 – 10.III.1966
Direttore Oscar Signorini

a cura di Cristina Trivellin, direttrice D’ARS

Related posts

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy | Chiudi