Fotografia

Nessun luogo. Da nessuna parte. Viaggi randagi con Luigi Ghirri

Nessun luogo. Da nessuna parte. Viaggi randagi con Luigi Ghirri è una mostra e un libro di Franco Guerzoni (Modena, 1948).

Franco Guerzoni fotografato da Luigi Ghirri, primi anni '70, Courtesy Eredi Ghirri
Franco Guerzoni fotografato da Luigi Ghirri, primi anni ’70, Courtesy Eredi Ghirri

Il libro, edito da Skira, a cura di Giulio Bizzarri e con un saggio introduttivo di Arturo Carlo Quintavalle, ripercorre la storia dell’amicizia con Luigi Ghirri (Scandiano, 1943 – Roncocesi, 1992) e i loro “viaggi randagi” degli anni ’60/’70 per le strade di Modena e la pianura padana a bordo di una Cinquecento. Durante questi viaggi esplorano il mezzo fotografico attratti da un paesaggio in rapido mutamento, in cui coesistono cantieri, edifici in costruzione e rovine. Sono anni di formazione, di sperimentazione e di ricerca, che influenzano enormemente la prassi artistica di entrambi. Dice Guerzoni: «La mia intenzione è solo quella di raccontare il laboratorio mentale che presiede alla costruzione dell’immagine. Un racconto di piccoli momenti di vita, fatti di ambizioni, pensieri, progetti, allestimenti, poetiche originarie della nostra ricerca. E la mostra accoglie tentativi di opere, mai esposte prima».

Franco Guerzoni, Pozze d'acqua, specchi e luce al neon, 1969 Foto di Luigi Ghirri e Franco Guerzoni
Franco Guerzoni, Pozze d’acqua, specchi e luce al neon, 1969
Foto di Luigi Ghirri e Franco Guerzoni

La mostra, a cura di Davide Ferri e organizzata da Triennale di Milano, Skira editore e Nicoletta Rusconi Art Projects con il contributo di Hedge Invest – società del Gruppo Antonello Manuli Holdings –, è stata inaugurata il 9 ottobre presso la Triennale di Milano e funge da contraltare al libro, approfondendo il legame tra Ghirri e Guerzoni e ricollocando nel presente le tracce dell’esperienza dei “viaggi randagi”.

Franco Guerzoni, Avventura a guardia della libreria, 1978 Cartolina e foto originale cm 23x37 Collaborazione fotografica con Luigi Ghirri
Franco Guerzoni, Avventura a guardia della libreria, 1978
Cartolina e foto originale cm 23×37
Collaborazione fotografica con Luigi Ghirri

Luigi Ghirri negli anni ‘60/’70 realizza numerosi scatti per Guerzoni, che quest’ultimo utilizza, stampando in bianco e nero, come punto di partenza per il suo lavoro con interventi materici e segnici (le serie Archeologia, Dentro l’immagine, Affreschi). Altri scatti, invece, sono rimati a lungo nell’archivio dell’artista e vengono mostrati per la prima volta. Nei grandi dipinti “gessosi” realizzati nell’ultimo anno, invece, sono le foto di Ghirri– stampate su gesso, vetro e carta leggera – ad emergere dalla materia, e non viceversa. Queste opere ripropongono una “poetica della rovina”, in cui il frammento è visto come un tutto e costituiscono il fulcro narrativo dell’esposizione, il punto di incontro tra il passato e il presente di due artisti e amici accumunati dalla ricerca sull’immagine.

Eleonora Roaro

Related posts