Dall'archivio D'ARS

Reperti Arteologici #9 – Dino Buzzati

D’ARS n. 40 anno IX . febbraio/giugno 1968, pag. 133. Immagine: Il Drago Ubriaco, 1967 – opera esposta alla Galleria “Salotto” di Como, 1968
D’ARS n. 40 anno IX . febbraio/giugno 1968, pag. 133. Immagine: Il Drago Ubriaco, 1967 – opera esposta alla Galleria “Salotto” di Como, 1968

“Il drago ubriaco”: È avvistato in una notte di carnevale, non lontano da Alicarnasso. Viene dato l’allarme. Volenterosi, spericolati e attaccabrighe, armati  fino ai denti, si avvicinano al mostro. Riusciranno a sorprenderlo nel sonno o lui, svegliatosi in tempo, li divorerà?

Nei quadri di Buzzati è anzitutto chiara una disciplina linguistica. La scelta accurata dei tagli e dei riquadri, l’impiego dei colori, l’affinamento attento della calligrafia nelle scritte complementari, tutto è dosato per ottenere un effetto sapiente sull’osservatore. (…) Buzzati fonda la sua poetica sull’evasione dalla realtà grigia e sorda, verso i fenomeni inspiegabili; ovvero verso l’evasione.

Bruno Alfieri

Brani tratti da una biografia di Dino Buzzati pubblicati su  D’ARS n. 40  anno IX.  febbraio/giugno  1968, pag. 133

A cura di Cristina Trivellin

Related posts

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy | Chiudi