Dall'archivio D'ARS

È uscito D’ARS 219: ecco l’editoriale della nostra direttrice!

Care lettrici e cari lettori di D’ARS, nell’editoriale del numero 217 – con l’arrivo di Undicesima, nuova casa editrice di D’ARS – avevo preannunciato diverse novità; ebbene, ci siamo. La prima- e più importante – è che siamo online con il nuovo www.darsmagazine.it. Nato dall’esperienza maturata attraverso la precedente versione, ne è la naturale evoluzione ed espansione. C’è  un nuovo logo, studiato a partire da quello “storico” del cartaceo (disegnato da Dante Bighi negli anni ‘80), riattualizzato.

www.darsmagazine.it ha una sezione Trimestrale dedicata al cartaceo, finalmente disponibile anche nei formati digitali; con una cifra molto contenuta potrete scaricare i numeri più recenti di D’ARS in due lingue (Italiano/English) e leggerli nei vostri computer, ebook reader, tablet, ecc.
Oltre a essere una vetrina per il nostro trimestrale cartaceo, www.darsmagazine.it è una testata giornalistica web che vive di vita propria, ricca di contenuti aggiornati quotidianamente e navigabile “in lungo e in largo”.  Molti dei collaboratori hanno la loro pagina nella sezione Bloggers, e stabiliscono le loro linee guida per gli argomenti affrontati che i lettori possono scegliere secondo i propri gusti e interessi.
Vengono segnalati gli eventi più importanti in Italia e all’estero (grazie ai nostri corrispondenti da Berlino, Londra, Shangai, Parigi…), i bandi e le residenze per giovani artisti, i festival e le mostre che riteniamo valga la pena di segnalare.
Non vi resta che navigare, e restare in contatto con noi attraverso le nostre pagine nei principali social network.

Torniamo alla carta e a questo numero, che come sempre cerca di porsi come informazione culturale alternativa, come sguardo corale ed eterogeneo che volentieri si contamina con fenomeni non necessariamente “artistici”, calandosi nella contemporaneità e nelle sue molteplici sfide; una di queste sta nel “fare rete” e nel creare Liaisons (per niente dangereuses), con altre riviste, come noi indipendenti, come noi “di nicchia”.
Da questo numero siamo felici di avere due pagine tratte da Aspirina, rivista acetilsatirica online, edita dalla Libreria delle donne di Milano. I fumetti e gli scritti, le illustrazioni e i video della rivista toccano varie corde, dalla satira politica all’ironia poetica. Lavorando sulle nuvole, posizione ideale del fumetto, Aspirina invita a guardare il mondo con libertà e leggerezza. In questo numero proponiamo “Il caffè”, una striscia di Federica Del Proposto, illustratrice e fumettista che lavora tra Roma e Parigi.

Cristina Trivellin

 

SOMMARIO

– fotografia etica. riflessioni dal festival di lodi | martina coletti
– masbedo. arte+vita | eleonora roaro
fort mcmoney: nel cuore dell’industria del petrolio con il web-documentary di david dufresne | elena cappelletti
– in principio erano i fundamentals | luana labriola
– carol rama. gli interstizi dell’anima | laura migliano
– hans richter: il ritmo dell’avanguardia tra astrattismo e cinematografia | lorella giudici
– fuori e dentro lo specchio di joan | francesca cogoni
il caffè | federica del proposto [www.aspirinalarivista.it]
– and | loretta borrelli
– silent book contest 2014 | stefano ferrari
– david lynch: inconscio industriale. the factory photographs alla fondazione MAST | alessandro azzoni
– digital life: play | lorenzo taiuti
– oltre i confini dell’interfaccia | vito campanelli
– il mio nome è  nanou. linguaggi, immaginari ed estetiche di una compagnia “contemporanea” | laura gemini
astropolaroid | viola lilith russi

 

In copertina: MASBEDO, Le voeu. Single-channel HD video, 16:9, 4’33”, 2014. Courtesy MASBEDO.

Related posts

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy | Chiudi