Arche-T(r)ips

Gemelli in volo *4

Mercurio (il greco Ermes, signore dei Gemelli) è l’eterno giovinetto, il puer aeternus con il terrore di crescere e rimanere intrappolato in situazioni che gli starebbero strette. Oltre che messaggero degli dèi, Mercurio è archetipo di freschezza, entusiasmo, curiosità e spensieratezza, tipici ingredienti di infanzia e adolescenza durante le quali non dovrebbero esserci né pesantezze né troppe responsabilità. Con la mente aperta, vivace e veloce che spazia libera in un mondo ancora tutto da scoprire, Mercurio è il Peter Pan dello zodiaco e come tale, ha in sé tanto la dote di trasformare la vita in gioco, quanto il difetto di non saperne uscire.

Peter Pan vive in una dimensione spazio-temporale tutta sua, esente dai processi di “maturazione“ che lo scorrere del tempo nostro malgrado impone. In astrologia l’ombra del dio bambino è infatti Saturno, ovvero Kronos: Grande Vecchio e Signore del Tempo, della pazienza, del lento e faticoso procedere per gradi, con misura, serietà e determinazione.

La società contemporanea vive e punta sulle mille ricette di elisir di giovinezza, scongiurando l’arrivo delle rughe come il massimo dramma che ci possa capitare. Mercurio è oggi uno degli dèi più venerati di tutti e da tutti, senza che tuttavia ci si accorga di onorarne pressoché solo le derivazioni negative. Furbizia, opportunismo, irresponsabilità, non accettazione dell’evolvere di ruoli e situazioni e terrore dell’invecchiamento, sono fra i più antipatici rovesci della medaglia dei mercuriali.

L’intergrazione dell’archetipo Saturno che attraverso umiltà, responsabilità, tenacia e perseveranza fa sì che un giorno si possa arrivare alla saggezza, sarebbe proprio quel che i Gemelli, i mercuriali e l’attuale società di lustrini e silicone dovrebbero porsi come tappa del loro viaggio. Sarebbe assai triste perdere l’opportunità di collegare (come ben san fare i nostri birbanti eroi) gioco e impegno, invenzione e costruzione, idee brillanti e concretezza, così come triste è un vecchio non saggio o un bimbo costretto ad essere adulto.

Ripuliamo e lucidiamo allora i nostri archetipi interiori, lasciando che Mercurio ci faccia volare ad ogni età sulla sua scia magica di brio e stupore e permettendo a Saturno di insegnarci ad aspettare, osservando, con serafico orgoglio, ogni nostra psichica, fisica e spirituale maturazione…

Viola Lilith Russi

Related posts