Concorsi e residenze

Call for proposals: In My Computer # 12

unnamed

Link Art Center e Abandon Normal Devices (AND) lanciano la call for proposals In My Computer # 12 per la serie di pubblicazioni In My Computer, edita da Link Editions, che dal 2011 pubblica saggi, pamphlet, libri d’artista e cataloghi.

Link Art Center è una piattaforma curatoriale che promuove la ricerca artistica con le nuove tecnologie e la riflessione critica sui temi centrali dell’età dell’informazione; AND è il catalizzatore di nuovi approcci alla produzione artistica e all’invenzione digitale. Ha commissionato happening cinematografici, mostre, performance, progetti online, residenze, interventi nello spazio pubblico e un festival biennale itinerante.

In My Computer # 12 selezionerà una proposta editoriale che racchiuda il materiale inedito accumulato nei nostri computer: progetti, bozze, brevi note, email private, interviste e testi mai pubblicati, racconti, poesie, liste di citazioni, raccolte di immagini, collezioni di spam, e molto altro.

La pubblicazione avverrà prima come web project e poi in forma cartacea attraverso il servizio di print-on-demand lulu.com. Gli organizzatori sosterranno la pubblicazione con 900 € che andranno a coprire il compenso dell’artista e i costi di produzione.

Per partecipare bisogna inviare entro il 31 dicembre 2015 un’application in lingua inglese all’indirizzo email info@linkartcenter.eu che prevede una breve descrizione della proposta editoriale, la biografia dell’artista e un esempio del risultato che si vuole ottenere.

La giuria, composta da Domenico Quaranta e Fabio Paris per Link Art Center e Gabrielle Jenks e Ruth McCollough per AND, comunicherà a fine gennaio 2016 il vincitore della call for proposal e il progetto sarà pubblicato entro il mese di agosto dello stesso anno.

Le precedenti pubblicazioni della collana In My Computer sono:

#1 Miltos Manetas, In My Computer # 1, 2011
#2 Chris Coy, After Brad Troemel, 2013
#3 Martin Howse, Diff in June, 2013
#4 Damiano Nava, Let the Right One In, 2013
#5 Evan Roth, Since You Were Born, 2014
#6 Addie Wagenknecht, Technological Selection of Fate, 2014
#7 Roberto Fassone, Giovanna Manzotti, If Art Were To Disappear, 2014
#8 UBERMORGEN, Command-Shift-4 | Screenshots 2001-2014, 2015
#9 Greg Leuch, What Color Is My Internet?, 2015 (upcoming)
#10 Florian Freier, Profile Page, 2015 (upcoming)
#11 Valeria Manicinelli, Chiara Nuzzi and Stefania Rispoli; Davide Giorgetta and Valerio Nicoletti; Marta Ravasi, Photodump, 2016 (upcoming)

Per maggiori informazioni clicca qui.


Aggiornamento (19/02/2016):

Per In My Computer # 12, la giuria (composta da Domenico Quaranta / Link Art Center; Fabio Paris / Link Art Center; Gabrielle Jenks / AND; Ruth McCollough / AND) – che ha visionato circa 50 progetti – ha deciso di selezionare FDIC Insured, di Michael Mandiberg.

FDIC Insured Documentation from Michael Mandiberg on Vimeo.

A partire dal 2008, Mandiberg ha metodicamente scaricato i loghi delle numerose banche fallite nel corso della Grande Recessione, e che ne hanno informato la United States Federal Deposit Insurance Corporation (FDIC). Nel corso di questo processo, queste identità visive corporative sono state cancellate dalla rete. Ma prima che accadesse, ogni sabato mattina l’artista ne ha scaricato i loghi, preservando una storia altrimenti perduta. Da allora, i loghi di circa 500 banche sono stati salvati sul suo computer, ed eventualmente restaurati nel caso in cui fossero disponibili solo come immagini a bassa definizione. Questa collezione sarà resa disponibile come un archivio online di versioni vettoriali di questi loghi, poi in forma di libro.

Michael Mandiberg è un artista interdisciplinare, ricercatore e docente. Il suo lavoro traccia le linee del potere politico e simbolico in rete, dove lavora con l’obiettivo di commentare sui flussi reali e poetici di informazione, e interferire con essi. Mandiberg vive a Brooklyn, il suo lavoro su Mandiberg.com.

Related posts