Concorsi e residenze

Un’opera per Castel Sant’Elmo a Napoli

Il concorso Un’Opera per il Castello si inserisce nella politica di valorizzazione e divulgazione dell’arte contemporanea che viene svolta dal Polo museale della Campania. Il complesso monumentale di Castel Sant’Elmo a Napoli, dopo gli imponenti lavori di restauro e la sua restituzione alla fruizione dei cittadini e di un più vasto pubblico di visitatori, ha avuto un ruolo fondamentale per la diffusione della conoscenza del linguaggio artistico contemporaneo attraverso la realizzazione di numerosi eventi, manifestazioni e mostre, divenendo luogo di ricerche e sperimentazione e sede di numerose opere site specific.

Il concorso, curato da Angela Tecce in collaborazione con Claudia Borrelli, continua un percorso già tracciato da tempo e che, nell’immediato, si propone di trasformare, sempre più, il Castello in uno spazio in cui le giovani generazioni di artisti possano trovare un riconoscimento di pubblico e di critica attraverso esperienze innovative.

Il tema di questa edizione del concorso – Uno sguardo altrove. Relazioni e incontri – vuole rappresentare lo spunto per ripensare il ruolo di Castel Sant’Elmo come fulcro di una rete e luogo geograficamente e morfologicamente privilegiato dal quale osservare e collegare visivamente e idealmente tutti i musei del Polo fino ai castelli di Baia e di Montesarchio e alle tre Certose di San Martino, Capri e Padula. L’invito rivolto agli artisti è quello di elaborare un progetto che, partendo dalla realtà del luogo storico che ospita il concorso, attraverso azioni, gesti e segni riveli nuove possibilità di intreccio e connessione con l’altro e, tra le pur estreme differenze che caratterizzano le realtà museali del Polo, instauri un colloquio reale, capace di coinvolgere in prima persona i fruitori del Castello, stimolando il sorgere di relazioni e attivando inedite attribuzioni di senso.

 

Possono partecipare alla selezione gli artisti di nazionalità italiana o straniera che operano stabilmente sul territorio italiano, di età compresa tra i 21 anni e i 36 anni: tale requisito è da intendersi maturato alla data di scadenza del bando, fissata per il 10 marzo 2016. L’opera o il progetto presentati devono essere inediti. Senza porre limiti teorici, né tecnici, alla creatività dei giovani artisti, si richiede esplicitamente che l’opera proposta, oltre a rispondere alla tematica della presente edizione, abbia caratteristiche compatibili con la disponibilità economica del premio.

Il concorso prevede infatti un premio in denaro di € 10.000,00 lordi (IVA inclusa) comprensivi delle spese necessarie a coprire la realizzazione dell’opera e relative certificazioni.

La partecipazione è gratuita. tramite l’iscrizione online, che comporta l’integrale accettazione del presente regolamento. Il materiale per la partecipazione dovra’ essere inviato online entro e non oltre le ore 12.00 del 10 marzo 2016 pena l’esclusione dalle selezioni. La documentazione, come elencata nel bando, deve essere inviata preferibilmente in lingua italiana, o, in alternativa, in lingua inglese.

 

Segreteria concorso: via Tito Angelini, 22 – Napoli | pm-cam.santelmo@beniculturali.it | t. 081.2294449 | Referente: Claudia Borrelli

Related posts