Cinema

Berlinale 2015. Carrellata dei film in concorso

Meno di una settimana all’inaugurazione della 65ma Berlinale, il festival del cinema che si tiene a Berlino. Spulciando il denso programma, ecco alcuni dei nomi dei registi in concorso che saltano all’occhio: Terrence Malick, Peter Greenaway, Werner Herzog, Benoit Jacquot, Jahafar Panai. Fuori concorso saranno a Berlino Wim Wenders, cui verrà consegnato l’Orso d’Oro alla carriera e che presenta Everything will be fine, e Kenenth Branagh con il suo lavoro per la Disney Cinderella; completano la sezione fuori concorso Elser (13 minutes) di Olivier Hirscbiegel e Mr.Holmes di Bill Condon.

Mr. Holmes. Competition, GBR 2014, DIRECTOR: Bill Condon. Milo Parker, Ian McKellen, Giles Keyte © Slight Trick Production
Mr. Holmes. Competition, GBR 2014, DIRECTOR: Bill Condon. Milo Parker, Ian McKellen, Giles Keyte © Slight Trick Production

Nel 2014 l’onore di aprire il festival era toccato a Wes Anderson e al suo Grand Budapest Hotel, che oggi è in lizza agli Oscar in ben sei categorie, tra cui quella di miglior film. Magari il gala di apertura porterà fortuna anche ad Isabel Coixet e al suo Nobody wants the night, historical drama ambientato nella Groenlandia di inizio ‘900 con una bellissima e imbacuccata Juliette Binoche.

Nadie quiere la noche | Nobody Wants the Night. Competition. ESP/FRA/BGR 2014, DIRECTOR: Isabel Coixet. Rinko Kikuchi © Leandro Betancor
Nadie quiere la noche | Nobody Wants the Night. Competition. ESP/FRA/BGR 2014, DIRECTOR: Isabel Coixet. Rinko Kikuchi © Leandro Betancor

Terrence Malick è in concorso con The knight of cups (letteralmente, il cavaliere di coppe, ispirato alla carta dei tarocchi cui si farà rimando nel film), un epic journey con Christian Bale, Natalie Portman e Cate Blanchett.
Il maestro inglese Peter Greenaway fa un’incursione nella storia del cinema e la rielabora con Eisenstein in Guanajuato, a partire dal viaggio di Sergei Eisenstein nella città messicana omonima.

Journal d’une femme de chambre | Diary of a Chambermaid. Competition, FRA/BEL 2015 DIRECTOR: Benoit Jacquot. Léa Seydoux. Vincent Lacoste © Carole Béthuel
Journal d’une femme de chambre | Diary of a Chambermaid. Competition, FRA/BEL 2015 DIRECTOR: Benoit Jacquot. Léa Seydoux. Vincent Lacoste © Carole Béthuel

Werner Herzog è in scena con Queen of the desert, un dramma storico con Nicole Kidman, James Franco e Damian Lewis, l’attore che ha interpretato il marine Brody nella celebre serie Homeland. In costume è anche Diary of a Chambermaid diretto dal regista francese Benoit Jacquot e adattamento dell’omonimo romanzo di Octave Mirbeau; nei panni di Célestine, la chambermaid del titolo, c’è Léa Seydoux, attrice francese famosa per la sua performance in La vita di Adele, in cui ha interpretato una famosa scena saffica di cui si è parlato a lungo.

Taxi . Competition, IRN 2015. DIRECTOR: Jafar Panahi
Taxi . Competition, IRN 2015. DIRECTOR: Jafar Panahi

Importante la partecipazione del film Taxi di Jafar Panahi. Già noto al pubblico di Berlino – dove, nel 2013, ha vinto con Closed Curtains l’Orso d’argento per la miglior sceneggiatura –, Panhai è conosciuto anche per le sue vicissitudini politiche: attivista e strenuo difensore della libertà d’espressione, è stato ripetutamente condannato dal regime iraniano. Oggi sarebbe bandito dal girare film ma, come dichiara lui stesso: I’m a filmaker. I can’t do anything else but make films. Cinema is my expression and the meaning of my life. Nothing can prevent me from making films. Because when I’m pushed into the furthest corners I connect with my inner self. And in such private spaces, despite all limitations, the necessity to create becomes even more an urge. Cinema as an Art becomes my main preoccupation. That is the reason why I have to continue making films under any circumstances to my my respects and feel alive.
Le altre opere in concorso:

  • 45 years di Andrew Haigh
  • Aferim! Di Radu Jude
  • As we were dreaming di Andreas Dresen
  • Body di Magorzata Szumov
  • Big fathers, small fathers and other stories di Phan Dang Di
  • Chasuke’s Journey di Sabu
  • Gone with bullets di Jiang Wen
  • Ixcanul Volcano di Jayro Bustamante
  • Under Electric Clouds di Alexey German
  • Vergine giurata di Laura Bispuri
  • The pearl Button di Patricio Guzman
  • Victoria di Sebastian Schipper
Vergine giurata | Sworn Virgin, Competition. ITA/CHE/DEU/ALB/Kosovo 2015. DIRECTOR: Laura Bispuri. Alba Rohrwacher, Flonja Kodheli
Vergine giurata | Sworn Virgin, Competition. ITA/CHE/DEU/ALB/Kosovo 2015. DIRECTOR: Laura Bispuri. Alba Rohrwacher, Flonja Kodheli

Unica regista italiana, Laura Bispuri compete con Vergine giurata, una coproduzione di Italia, Albania, Kosovo, Svizzera e Germania in cui racconta la drammatica odissea della giovane albanese Hana alla ricerca di una società aperta e tollerante.
Domenica 15 febbraio commenteremo i vincitori!

Elena Cappelletti

Related posts