Animazione

La città incantata, meeting di disegnatori a Civita di Bagnoregio

Dal 10 al 12 luglio, nella cornice laziale di Civita di Bagnoregio, è in programma La città incantata. Meeting internazionale dei disegnatori che salvano il mondo, che nel titolo sceglie di ispirarsi all’omonimo film d’animazione giapponese di Hayao Miyazaki del 2001, al quale – ricordiamo – seguirono capolavori come Il castello errante di Howl (2005), Ponyo (2008) e Si alza il vento (2013).

Promossa dalla Regione Lazio con Roma Capitale e realizzata da Progetto ABC Arte Bellezza Cultura insieme a Nufactory, con la direzione artistica di Luca Raffaelli, l’iniziativa vuole rappresentare un’occasione per far conoscere e rivivere questo borgo etrusco caratterizzato da fragili calanchi, denominato anche “la città che muore” perché appunto in continua lotta contro una lenta erosione.

La manifestazione, che – attraverso mostre, proiezioni, incontri e workshop – vuole riunire l’energia creativa di oltre 50 artisti internazionali, intende creare un punto d’incontro tra il cinema d’animazione e il disegno in tutte le sue molteplici forme, indagandone la varietà di tecniche e stili e favorendo il dialogo tra il pubblico e gli autori. Tre giorni densi di appuntamenti che si articoleranno nelle piazze, nei vicoli, nei palazzi, nelle osterie e nelle case del borgo in provincia di Viterbo. Tra gli ospiti, non solo esponenti del cinema d’animazione, ma anche artisti, illustratori, fumettisti.

Ram Devineni, Priya's Shakti
Ram Devineni, Priya’s Shakti

In anteprima italiana la mostra dedicata al lavoro del film-maker Ram Devineni, famoso per il suo fumetto contro la violenza sulle donne Priya’s Shakti, ispirato ai racconti mitologici Indu.

Un’ampia esposizione antologica celebrerà invece l’attività di artista e regista d’animazione di Manfredo Manfredi, noto come autore dei disegni che hanno accompagnato la sigla del Carosello e per aver ricevuto la nomination agli Oscar nel 1977 per il miglior cortometraggio d’animazione.

Sio
Sio

Tra gli italiani, inoltre: il fumettista Sio, autore del canale Youtube Scottecs; la street artist MP5, conosciuta oltre che per i suoi interventi murali anche per il suo impegno sociale; Leo Ortolani, padre di Rat-Man; Donato Sansone aka Milky Eyes, promettente autore di film d’animazione.

Leo Ortolani, Rat Man
Leo Ortolani, Rat Man

Virginia Mori parlerà di “Haircut ed altri silenziosi monologhi a disegni animati” e Paola Bristot racconterà l’esperienza di Re-cycling, film collettivo graffiato sulla pellicola.

Virginia Mori, Haircut
Virginia Mori, Haircut

Mara Cerri, tra i capofila di un nutrito gruppo di illustratori proveniente da Urbino, presenterà Via Curiel 8, il cortometraggio realizzato con Magda Guidi nel 2011.

Curiel 8
Mara Cerri e Magda Guidi, Curiel 8

Incontreranno il pubblico anche fumettisti come Gipi, Ausonia, Davide De Cubellis e Andrea Ferraris.

Alcuni degli spazi più suggestivi tra Civita di Bagnoregio e Bagnoregio (distante dieci minuti a piedi da Civita) ospiteranno le diverse proiezioni. Tra queste, il vincitore del Cristallo per il migliore cortometraggio all’ultimo Festival internazionale del film d’animazione di Annecy, We Can’t Live Without Cosmos del russo Konstantin Bronzit, che racconta la storia di amicizia di due cosmonauti uniti dal sogno di volare nello spazio; l’ultima opera dell’italo-francese Michel Fuzellier Bambini senza paura, che ripercorre la storia del bambino pakistano Iqbal Masih, paladino e martire nella lotta contro lo sfruttamento del lavoro minorile; Suleima di Jalal Maghout, un cortometraggio presentato al Festival Annecy 2015 e nato dall’intervista fatta dall’autore, originario di Damasco, a una donna in carcere perché manifestante contro il governo siriano, disprezzata dalla sua stessa famiglia per essere un’attivista femminista.

Incontri e workshop sveleranno invece al pubblico i segreti delle tecniche di lavoro: dallo stop motion all’animazione 3D, per arrivare all’artigianale disegno graffiato su pellicola o all’animazione realizzata con i pupazzi di plastilina, fino al disegno pittorico su carta. Saranno inoltre illustrati i procedimenti con cui lo Studio Ghibli realizza i propri film, come La città incantata di Hayao Miyazaki.

Per il programma completo vedi qui.

Apertura: venerdì 10 luglio ore 12 – 00.30; sabato 11 luglio ore 10 – 00.30; domenica 12 luglio ore 10 -13. Ingresso libero

www.lacittaincantata.it

Related posts