Concorsi e residenze

XXI Triennale: Call per giovani professionisti under 35

La Triennale di Milano, in occasione della XXI Esposizione Internazionale (2 aprile – 12 settembre 2016), ha deciso di raccogliere, mappare e selezionare i progetti più originali e innovativi italiani e internazionali nei campi delle arti applicate (architettura, design, artigianato), delle arti visive e dello spettacolo, del cinema, della musica, della moda.

Si rivolge in particolare agli architetti, designer, artisti, filmaker, musicisti, fashion designer, performer – rigorosamente under 35 e organizzati sia come singoli, sia come gruppi, “collettivi” e scuole – che presenteranno il proprio progetto sul tema “21st Century. Design After design”.

Perchè questo tema?

“L’aumento delle nuove tecnologie della comunicazione, la drastica riduzione del loro costo, l’espansione della mobilità personale, la presenza di un linguaggio comune, la necessità di trovare sbocchi produttivi per il design e la presenza di un mercato alternativo generato da Internet permettono ai designer di sperimentare le soluzioni più audaci e innovative.
In questo contesto, la ricerca non è più una pratica solitaria, o un esercizio bidirezionale tra il designer e il committente, ma piuttosto un’attività circolare, che coinvolge competenze e culture diverse, non tutte per forza appartenenti al mondo della produzione e della tecnologia, ma anche a quello dell’arte, della scienza, della filosofia, che porta a qualcosa di più della semplice fabbricazione di un prodotto o di un oggetto.
È quindi importante affrontare i cambiamenti inerenti all’idea stessa di sviluppo del progetto.
Il design ha abbandonato la sua visione di costante cambiamento di prodotti e tendenze al servizio del mercato e ora vuole essere considerato come l’esatto opposto dell’effimero.
Ciò significa che deve necessariamente adottare un approccio diverso nei confronti di numerosi aspetti che da sempre fanno parte del mondo del design: proprietà intellettuale e diritto d’autore, formazione e istruzione, città e ambiente, professione e tecnologie”.

Le opere devono essere prodotte in modo indipendente e possono essere di tutti i tipi, sia teoriche che reali, eseguite su qualsiasi supporto.

Triennale 1979 Mostra Spazio Reale / Spazio virtuale A cura di Ugo La Pietra
Triennale 1979, Mostra Spazio Reale / Spazio virtuale a cura di Ugo La Pietra.

Le proposte selezionate saranno organizzate in mostre, in modalità che dipendono dalla tipologia di progetto, a rotazione durante il periodo della XXI Esposizione Internazionale e in eventi (musicali, seminariali, workshop). Sarà inoltre pubblicato un catalogo delle proposte selezionate.

La giuria che sceglierà i progetti è composta da: Stefano Micelli, presidente (Università Ca’ Foscari, Venezia), Richard Sennett (London School of Economics, Londra), Silvana Annicchiarico (Triennale Design Museum, Milano), Alberto Cavalli (Fondazione Cologni, Milano), Francesco Bombardi (Fab Lab, Reggio Emilia), Fabio D’Agnano (IUAV, Venezia), Stefano Maffei (Politecnico di Milano, Milano), Carlo Martino (ADI, Roma), Laura Traldi (giornalista e blogger).

Sarà possibile presentare le candidature fino al 31 Ottobre 2015, mentre i progetti possono essere consegnati entro il 21 Dicembre 2015.

Per maggiori dettagli è possibile consultare il bando.

www.21triennale.org | xx1t@triennale.org

Related posts