Media

Serenade in Rome. Una sinfonia da percorrere

Immaginate di poter ascoltare un album dal vostro lettore mp3 o smartphone esclusivamente quando vi trovate in determinati luoghi, scelti ad hoc dal musicista autore dei brani. Immaginate come la musica e le strade finirebbero per acquisire una serie di significati e di sapori nuovi e strettamente connessi tra loro… questa esperienza musicale site specific così immaginata, descrive il nuovo lavoro di Salvatore Iaconesi, artista multimediale che con Serenade in Rome ha inaugurato un nuovo modo di fruire la musica ed esperire lo spazio urbano. Serenade in Rome è  infatti una sinfonia digitale che per essere ascoltata deve essere “raggiunta” in punti specifici della città segnalati nella mappa mostrata su dispositivi mobili come smartphone e tablet da un’App.

I brani sono stati pensati e composti per integrarsi con i luoghi interessati dall’operazione, le atmosfere e i suoni che li caratterizzano quotidianamente.  Serenade in Rome rinnova così il legame che intercorre tra suono e contesto urbano attraverso i nuovi mezzi che l’arte inventa o fa suoi ovunque la tecnologia si spinga. Ancora una volta Iaconesi lavora nel campo dell’arte e dell’innovazione concentrandosi soprattutto sul significato del mezzo, sulle possibilità offerte dalle nuove tecnologie, indicando strade e soluzioni creative che poi apre al mondo rilasciando i codici dei propri lavori liberi di essere utilizzati e quindi interpretati da altri, artisti e non solo.

iOS-Simulator-Screen-shot-D
Serenade in Rome, AOS. iOS simulator screen-shot

Per ascoltare Serenade in Rome, una volta scaricata l’App sul proprio dispositivo, è necessario  trovarsi a Roma, in un qualsiasi momento dal 3 aprile 2013 (compleanno di Salvatore Iaconesi) al 6 settembre 2013,  e percorrere a piedi la città attraverso i luoghi segnalati sulla mappa mostrata dall’App.

Al momento l’applicazione è scaricabile da Apple’s Store, ma è in arrivo anche la versione per Android. Il codice sorgente sarà rilasciato sotto GPL dal sito: http://www.artisopensource.net

 Martina Coletti

Related posts